La localizzazione dei videogiochi ha un valore inestimabile quando si tratta di raggiungere un pubblico globale con il proprio software di gioco. Affinché il prodotto possa ottenere la massima esposizione e i massimi ricavi, è necessario che sia tradotto in tutto il mondo. La traduzione di videogiochi ha più successo quando il pubblico non è in grado di dire se il software è stato creato per un pubblico straniero, facendolo così sentire pienamente integrato nel mondo del gioco. Ma non si tratta di tradurre semplicemente su schermo le parole nella lingua di riferimento degli utenti. La localizzazione dei videogiochi è molto più complessa.

Cos’è la localizzazione dei videogiochi?

La localizzazione (o traduzione) dei videogiochi va ben oltre la traduzione di un testo da una lingua all’altra, anche se questa rimane certamente una parte importante del processo. I videogiochi contengono spesso riferimenti culturali o aspetti umoristici specifici di una determinata cultura e della sua storia. La traduzione di videogiochi affronta la traduzione dei riferimenti culturali e storici e si occupa anche delle varianti linguistiche regionali e delle norme di censura.

Infatti, il rispetto delle leggi in materia di censura è una parte importante delle traduzioni di videogiochi. La normativa non è infatti uguale in tutti i Paesi, soprattutto quando si entra nell’ambito della violenza, di qualsiasi livello, nel gioco (una componente diffusa di molte storie del mondo videoludico). Durante il processo di traduzione, tutti questi aspetti devono essere presi in debita considerazione. Ci sono poi adattamenti più drastici da apportare nel processo di localizzazione di un videogioco, che richiedono un lavoro di sviluppo specializzato. Pensiamo, ad esempio, alla colonna sonora che si deve adattare ai gusti musicali di ogni cultura; al cambiamento di intere scene al fine di rispettare le preferenze e le familiarità di ogni cultura; alla modifica dei menu di gioco per gli idiomi con scrittura da sinistra verso destra e vice-versa; alla ridenominazione e ridefinizione dei personaggi per evitare qualsiasi conflitto con figure pubbliche di ogni Paese e molto altro ancora.

In definitiva, la traduzione di videogiochi arricchisce un gioco per una varietà di culture. Si tratta essenzialmente di sviluppare una serie di elementi del software di gioco completamente distinti in funzione di ogni Paese. Oltre all’arduo lavoro e all’enorme dedizione, questo è un modo eccellente per massimizzare le vendite e dimostrare la eccellente qualità del prodotto al pubblico di tutto il mondo. La traduzione di videogiochi significa anche inclusione e abbattimento delle barriere tra le diverse culture nel mondo del gaming.

Diventare un localizzatore di videogiochi

Tradurre un gioco significa capire non solo la lingua ma anche la complessità del gioco. Naturalmente, gli elementi più fini della localizzazione di videogiochi (e anche quelli essenziali) rendono il ruolo di un localizzatore video particolarmente complicato e specializzato. Questo professionista deve infatti fornire sempre un servizio di alta qualità e aggiornare le proprie conoscenze ai cambiamenti culturali in tutto il mondo. Tradurre un videogioco non significa semplicemente essere in grado di parlare correntemente due lingue. I traduttori devono nutrire un forte interesse per tutti i generi di gioco, un’eccezionale conoscenza del gergo del gaming e impressionanti abilità linguistiche. Naturalmente, l’industria del gaming si evolve con le tecnologie, quindi i localizzatori devono stare al passo con le nuove evoluzioni e le funzionalità di gioco, seguendo le tendenze del gaming.

I vantaggi della traduzione di videogiochi

Ci sono molti vantaggi nella traduzione di videogiochi. Il più ovvio è che la localizzazione aiuta le aziende tecnologiche a raggiungere un pubblico mondiale e quindi massimizzare i profitti. Un software accessibile in più Paesi risulta in un aumento dei download, nell’ascesa nelle classifiche negli app store e in una maggiore competitività. La localizzazione di un videogioco permette inoltre agli sviluppatori di mantenere il pieno controllo sul proprio gioco, evitando traduzioni di scarsa qualità che potrebbero intaccare la reputazione dell’azienda in tutto il mondo.

Naturalmente, la localizzazione dei videogiochi è molto vantaggiosa anche per i giocatori, poiché permette agli utenti di tutto il mondo di vivere un’esperienza tecnologicamente brillante. Inoltre, evita che le persone si confondano con la trama di un gioco. Infatti, un gioco perfettamente localizzato aiuta gli utenti a immergersi nella storia e giocare nel proprio contesto culturale e linguistico.

La localizzazione: cosa significa per i designer

Per i designer, la localizzazione di un videogioco significa, in poche parole, una mole di lavoro extra e infinita scrupolosità. Per poter raggiungere con successo il mercato internazionale, i designer devono sempre fare il passo più lungo della gamba. Come detto in precedenza, devono anche avere una profonda comprensione di tutti gli aspetti culturali e delle normative sulla censura. Per i designer, concentrarsi regolarmente sulle sfumature dei contenuti può essere restrittivo, poiché quest professionisti hanno la vocazione di incorporare contenuti ad alto rischio nelle loro storie per creare impatti drammatici e mostrare le loro abilità. Per sembrando restrittivo, i designer che lavorano seguendo queste direttrici produrranno un prodotto molto più inclusivo e redditizio. Svilupperanno inoltre le loro competenze in un settore altamente specializzato e ambito come è il gaming.

La localizzazione dei videogiochi potrebbe sembrare un processo molto complesso, e infatti lo è. Ci sono tantissimi elementi da considerare. Tuttavia, grazie alle competenze dei traduttori di videogiochi dedicati ed esperti di Global Lingo, la localizzazione dei videogiochi permette agli utenti di tutto il mondo di usufruire di un importante frutto della rivoluzione tecnologica del XXI secolo.